16/11/2018 - 15:27
Twitter
Facebook Twitter

Cose che capitano

2>8 ottobre 2017

 

Per iniziare, una cosa che non capiterà la prossima settimana, ma tra poche ore: Helena Janeczek porta La ragazza con la Leica (Guanda) a Libritudine, il festival letterario promosso dal comune di Lissone (venerdì 29 settembre, ore 21.00, Biblioteca – Piazza IV Novembre, 2). Dialoga con l’autrice Giacomo Raccis.

Se volete vedere Tim ParksMilo De AngelisValerio Massimo Manfredi e Marcello Fois – con il suo Manuale di lettura creativa (“Diventare un lettore creativo significa essere disponibili a dare il proprio contributo al libro che si sta leggendo, appropriarsene senza alcun complesso d’inferiorità”) – dall’1 al 9 ottobre andate a Librixia, la fiera del libro di Brescia (Agrobresciano Arena, Piazza Vittoria).

Ferrante Fever è il documentario di Giacomo Durzi che viaggia nelle storie e nelle parole di Elena Ferrante. Da Napoli a New York, la scrittrice è evocata dal racconto dei suoi ammiratori, tra cui Jonathan Franzen ed Elizabeth Strout (in sala dal 2 al 4 ottobre).

La 22° edizione del Milano Film Festival si terrà a BASE Milano, MUDEC e Ducale Multisala dal 28 settembre all’8 ottobre (qui il programma). Abel Ferrara racconterà la sua idea di regia e la fame insaziabile di film (sabato 7 ottobre, ore 15.00, BASE – Ingresso gratuito).

Dalle immagini ai suoni: al Festival “Scrittori e Musica” di Lugano, Francesco Guccini presenta Tempo da elfi, noir scritto a quattro mani con Loriano Machiavelli (sabato 7 ottobre, ore 17.15, Villa ex Asilo Ciani).

Pubblicato da Iperborea, I soldati delle parole di Frank Westerman è un saggio narrativo sulla ferocia del linguaggio e le forme del terrorismo moderno dagli anni Settanta a oggi. L’autore ne discute con Andrew Staid alla Libreria Verso(lunedì 2 ottobre, ore 19.00, corso di Porta Ticinese 40).

Per chiudere, sempre da Verso Giorgio Montefoschi presentaIl corpo (Mondadori), romanzo fatto di silenzi e “malinconie quasi düreriane” che segna il ritorno alla narrativa tradizionale dopo il reportage Il buio dell’India (sabato 7 ottobre, ore 19.00).